Logo UPO, Università del Piemonte Orientale
Main content
Argomento
Scienza e Ricerca

130 delegati, 12 relatori e 28 giovani ricercatori per la quarta edizione di “NO- CANCER”

Il workshop internazionale si è svolto con successo il 22 e 23 maggio a Novara, presso l'Azienda Ospedaliero-Universitaria.

Di Stefano Boda

Data di pubblicazione

No Cancer 2023
No Cancer 2023

credits © Giorgio Sambarino

Il 22 e 23 maggio 2023 si è svolto a Novara il workshop internazionale “NO-CANCER 2023 - from cancer cell biology to personalized therapy”.

Si è trattato della 4a edizione di un ciclo iniziato nel 2016, interrotto per alcuni anni anche a causa della pandemia di Covid-19. Il convegno è stato organizzato con il patrocinio dell'Università del Piemonte Orientale, ospitato dall'Azienda Ospedaliero-Universitaria di "Maggiore della Carità" di Novara e coordinato dal professor Ciro Isidoro, ordinario di Patologia generale al Dipartimento di Scienze della Salute.

Circa 130 delegati registrati hanno partecipato; dodici relatori invitati, provenienti da Italia, USA, Francia, Svizzera e Turchia, e ventotto giovani ricercatori, provenienti dall'Italia e da altri paesi europei, si sono alternati per illustrare le ultime novità della ricerca oncologica.

I principali temi trattati sono stati:

  • Il ruolo del microbiota e il promettente impiego dell'integrazione di probiotici nel trattamento del cancro e nella risposta alla terapia;
  • Il ruolo dell'autofagia nella progressione del cancro;
  • La regolazione epigenetica del fenotipo tumorale;
  • La dinamica dei microtubuli e il ruolo del metabolismo nella chemioresistenza del cancro;
  • Strategie per prevenire la cachessia da cancro;
  • Il ruolo dello stroma e della risposta immunitaria nel cancro;
  • Nuove terapie e biomarcatori per tumori ematologici;
  • Profilo metabolomico etnico nei pazienti oncologici per la terapia personalizzata.

A questo link le foto del workshop: https://photos.app.goo.gl/gmZU14ZcrJYvdMnS9

    Ultima modifica 7 Giugno 2023

    Leggi anche

    La professoressa May premiata per la sua ricerca sugli ingorghi nei sistemi di stoccaggio

    Gli ingorghi che si verificano in un sistema di stoccaggio di cereali tipo silos possono avere conseguenze costose anche per l'ambiente. L'articolo di ricerca, che ha coinvolto ricercatori dell'UNAV, dell'UPNA e dell'UPO, è stato premiato da Fundación BBVA e dalla SEIO per aver fornito soluzioni che possano ammortizzare i costi economici e ambientali.

    Argomento
    Scienza e Ricerca

    Data di pubblicazione 19 Luglio 2024

    Da sinistra a destra: Jesús López Fidalgo (UNAV), José Antonio Moler (UNAV) e Caterina May (UPO)

    Master EMOTION: turning point tra quinta e sesta edizione

    Passaggi decisivi per la quinta e la sesta edizione del Master DSF in skin health & care: tra partenze per internship professionali all'estero e selezioni per la nuova edizione, EMOTION conferma il suo potenziale internazionale attraverso le numerose partnership accademiche e aziendali e le candidature ricevute da studentesse e studenti di tutto il mondo.

    Argomento
    Scienza e Ricerca

    Data di pubblicazione 16 Luglio 2024

    Il board del Master EMOTION

    Ricercatrici UPO del progetto NODES al 7° congresso mondiale della Società Internazionale di Ingegneria Tissutale e Medicina Rigenerativa (TERMIS) di Seattle

    Le dottoresse Dalila Di Francesco e Simona Casarella, sotto la guida della professoressa Francesca Boccafoschi, hanno rappresentato l'Università del Piemonte Orientale e NODES al Congresso TERMIS di Seattle, svoltosi tra il 24 e il 28 giugno. Il loro lavoro ha posto l'accento sull'importanza di NODES nel supporto alla ricerca nell'ambito della medicina rigenerativa e il ruolo attivo che UPO svolge nella ricerca scientifica e tecnologica.

    Argomento
    Scienza e Ricerca

    Data di pubblicazione 09 Luglio 2024

    Dott.ssa Simona Casarella, dott.ssa Dalila Di Francesco e prof.ssa Francesca Boccafoschi